lunedì 4 luglio 2016

Punto di partenza

Mi scrivi a un anno di distanza dalla nostra frequentazione, per dirmi che vorresti fare un viaggio e che stai cercando un compagno.
Lo chiedi a me.
Che io di un semplice viaggio non saprei che farmene.
Io che fino a qualche mese fa, con te ci avrei passato le notti, le estati, le vite.
E poi mi inviti ad uscire, dici "sabato, sopo la partita"

- partita infinita e vissuta con il doppio dell'ansia-

Chiacchieriamo come abbiamo sempre fatto e ci mettiamo in pari l'uno con la vita dell'altra.
Ti interessi del lavoro, della salute, della famiglia e del futuro.
Il tempo scorre veloce tra parole, risate e calici di vino.

Prima di andare ti dico di voler fare una passeggiata e ti offri di accompagnarmi.

E accade, quello che tanto temevo..e desideravo.

Un bacio.

Un contatto morbido, labbra che si cercano affamate e che si trovano.
Pelle contro pelle, che scivola e sfrega creando una pelle d'oca di piacere.
La tua lingua che percorre centimetri di collo, fino alle spalle e poi scende per ricoprire le braccia di baci. Mani curiose sotto la mia maglietta, capelli ingombranti, occhi che sorridono divertiti, insieme alla tua bocca.
Un abbraccio caldo che si trasforma in sospiri, speranze, paure.
Il tuo profumo, sempre quello..i tuoi capelli, le tue dita, il tuo ombelico.
E il tuo naso, che faccio scorrere sotto le mie labbra.

Un'altra serata tra le tue braccia, istanti che non pensavo di poter rivivere.
Ti avevo chiuso in un cassetto, insieme a tutte le mie sconfitte e ai sogni a cui ho dovuto rinunciare.
E ora mi ritrovo al punto di partenza.
Sei tornato ad essere il pensiero fisso che ero riuscita a rimuovere....

Non scappare, non sparire...
Non fare lo stronzo...
Sii sincero come un anno fa...


E ti prego, scrivi.
Parlami e spigami quello che ti frulla in testa.


"Attenta. Stai attenta..ha avuto tutto inizio in questa stanza.."

Episodi precedenti:
Inizio
Durante
Fine

8 commenti:

  1. ... provaci.
    e qualche risposta arriverà ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sto provando, ripetendomi di non avere fretta di sapere e capire. Vedremo..

      Elimina
  2. Appunto..stai attenta, in un anno una persona difficilmente cambia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Occhi aperti e cuore socchiuso. Sarà fatto :)

      Elimina
  3. La vera domanda non è se ne valga la pena, bensì cos'hai da perdere?
    Non chiederti mai "Perché?"
    E se capita, rispondi subito "E perché no?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre saggio..se le tue risposte sono sempre cosi, so a chi chiedere consiglio in futuro :)
      Non ci perdo nulla, c'è solo il rischio di stare male un'altra volta. Ma vita é anche rischio, bisogna vivere e rischiare.. E poi, conoscendomi, non mi perdonerei mai di non averci provato. :)

      Elimina
  4. Vorrei poter dirti di non capirti, ma capisco a modo mio la situazione e le paure e i timori e tutto quello che c'è intorno... Le risposte arriveranno, arrivano sempre, se non da lui per primo da te...Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'anno scorso infatti ero stata io a prendere in mano la situazione e a darci un taglio. Anche sta volta arriveranno le risposte sí, nel bene e nel male. Se la storia non va in porto potrò dire di averci provato, se funziona..sarò contenta di avere accettato di rischiare

      Elimina